fotografia urbana Miami interno palme tenda
Fotografia ed Ecosistema a Miami. La trasformazione del litorale tra paesaggi naturali e costruiti

La fotografa Anastasia Samoylova testimonia, con il suo lavoro, il cambiamento climatico. Il progetto, iniziato a Miami nel 2016, ha generato un processo di analisi, attraverso cui l’artista ha compreso la dissonanza tra il mercato immobiliare e l'invasione dell'oceano

FloodZone è un progetto fotografico che riflette e risponde al problema dell'innalzamento del livello del mare. Il progetto, iniziato a Miami nel 2016, comincia con il trasferimento dell’artista nell'area, la sua mia prima esperienza in un ambiente tropicale. Presto ho iniziato a capire come la seducente tavolozza tropicale della città e la qualità della luce nascondessero la crescente dissonanza tra il suo mercato immobiliare in forte espansione e l'invasione dell'oceano sul suo litorale

fotografia urbana Miami

Le viste sull'oceano sono apprezzate nel mondo immobiliare, mettendo in secondo la posizioni delle costruzioni rispetto alle zone ad alto rischio alluvione. Vivere a Miami è agrodolce: sembra un paradiso, ma le uniche radici sicure appartengono agli alberi di mangrovie

fotografia urbana Miami

FloodZone è un progetto radicato che parte dallo studio della differenze tra paesaggi naturali e paesaggi costruiti, e al ruolo che le fotografie svolgono nella costruzione di memorie collettive e geografie immaginate. Concentrandosi prima sul sud americano e sempre più sulla costa orientale, con l'obiettivo finale di documentare centinaia di altre comunità ad alto rischio di maree in aumento negli Stati Uniti e all’estero, il progetto va oltre i tipi di immagini prodotte all'indomani degli uragani e inondazioni massicce

fotografia urbana Miami

Mescolando modalità di rappresentazione che vanno dalle fotografie alle immagini metaforiche, allegoriche e costruite, FloodZone mira a manifestare il precario stato psicologico della vita che vacilla tra paradiso e catastrofe

fotografia urbana Miami

Gallery