La griglia modulare he riveste il centro congressi
Centro Arti e Scienze a Bologna. Griglia modulare in acciao, tra sostenibilità e tecnologia

Il progetto del nuovo Centro “Arti & Scienze” di Fondazione Golinell, affidato per la progettazione a Mario Cucinella Architects, nasce dalla volontà di creare un nuovo spazio di “immaginazione e sperimentazione” pensato come sintesi fra arte e scienza

Il Centro non è un semplice spazio espositivo: ospiterà un programma pluriennale di iniziative culturali con l’obiettivo di stimolare un insieme di azioni educative, formative e imprenditoriali, in linea con il piano di sviluppo di Fondazione Golinelli, Opus 2065, per supportare le nuove generazioni nel loro percorso di crescita, con l’idea che l’educazione sia motore di sviluppo economico e sociale

La griglia crea dei passaggi e delle terrazze esterni

L’idea del Centro “Arti & Scienze” si sviluppa con l’intenzione di dare corpo e rappresentazione materiale all’evoluzione scientifica e artistica, discipline in perenne divenire, fondanti i loro intenti sulla ricerca e la sperimentazione continua. Con il Centro Arti e Scienze Golinelli Fondazione Golinelli diventa l’ecosistema che si completerà nei mesi a venire con un incubatore riservato non solo ai laureati ma anche ai più giovani

La griglia crea dei passaggi e delle terrazze esterni

L’architettura del progetto si configura come il racconto di questa evoluzione, un processo ininterrotto che avanza per parti e compone un tutto che, partendo da una fucina pulsante, si smaterializza nello spazio e lascia vedere gli elementi di cui è formato

La griglia crea dei passaggi e delle terrazze esterni

L’edificio, di semplice concezione, è costituito da due elementi leggibili ed essenziali. Il primo elemento è il “cuore”, padiglione vero e proprio, volume chiuso che ospiterà le attività principali e si caratterizzerà come geometria pura semi-trasparente, riflettente l’intorno nelle ore diurne, luminoso nelle ore notturne. L’altro elemento costitutivo è la sovrastruttura metallica modulare che avvolge il padiglione, si libra nello spazio e consente ai visitatori di percorrerla e di sostare in alcune sue parti

La griglia crea dei passaggi e delle terrazze esterni

Esternamente l’involucro dell’edificio è rivestito da una sovrastruttura leggera, una griglia metallica a maglie cubiche, in parte percorribile da parte dei visitatori per accedere a piccole terrazze panoramiche che si affacciano sulla città. Come spiega Mario Cucinella, l’edificio vuole raffigurare una metafora dell’espansione della vita stessa, che viene rappresentata in primis proprio dalla griglia modulare esterna in acciaio

La griglia crea dei passaggi e delle terrazze esterni

Nel quadro della progettazione del Centro, tra le soluzioni progettuali ed i materiali selezionati, URSA XPS NIII è protagonista degli interventi di isolamento termico, eseguiti all’insegna dell’efficienza energetica, della ecocompatibilità e della sicurezza, in un edificio caratterizzato da funzionalità ed armonia nel contempo

Gallery

PARTNERS