Untitled Article

L'artista Camille Walala lascia segni in tutto il mondo con i suoi colori audaci e motivi grafici. Conosciuta per i suoi murali di grandi dimensioni e le sue giocose installazioni interattive, arriva a New York con una serie di progetti per WantedDesign NYC 2018, lo spettacolo internazionale di design che ospita eventi a Manhattan e Brooklyn durante il NYCxDESIGN dal 17 al 21 maggio

WantedDesign ha commissionato a Walala di reinventare permanentemente la facciata di un edificio storico a sette piani nel centro creativo di Industry City a Brooklyn. A 40 metri di altezza, il progetto sarà sia la sua più grande commissione di New York che il suo edificio più alto fino ad oggi. Attualmente ospita un certo numero di studi di design che abbracciano diverse discipline, l'edificio del Sunset Park è un luogo importante per NYCxDESIGN, attualmente ospita un certo numero di studi di design che abbracciano diverse discipline

Camille ha sviluppato un sorprendente design POP ad effetto 3D che accentua le caratteristiche architettoniche dell'edificio e incorpora una tavolozza di colori ispirata alla sua ambientazione. Tradurre il design da un foglio A4 in una fascia di 40 metri è stata una sfida, poiché i piccoli dettagli possono apparire molto diversi se ingranditi più volte. Walala e il suo team hanno lavorato con pittori decorativi di EverGreene Architectural Arts, specialisti nella costruzione di Industry City per creare il murale, usando la vernice degli esperti di colore francesi Ressource Peinture e con il supporto di Spring Scaffolding e Value Construction

Sfruttando i tessuti con rivestimento ferroso personalizzabili di Visual Magnetics, Walala  ha progettando un murale grafico infinitamente riconfigurabile, 4,3 m x 2,4 m con forme diverse che possono aderire alle superfici delle pareti appositamente adattate e possono essere spostati a piacimento. L'installazione consentirà ai visitatori di WantedDesign di interagire direttamente con l'approccio distintivo di Camille nei confronti del colore e della forma, creando la propria interpretazione di un'opera di Walala

Gallery