Dialogo tra architettura e paesaggio per il Festival Hall di Erl. Contrasti di geometrie e colori

Lo studio Delugan Meissl progetta il Festival Hall di Erl partendo dalle condizioni topografiche dell’ambiente circostante e mantenendo forte il dialogo tra l’edificio e l’ambiente esterno.

La geometria del Festival Hall di Erl nasce dall’attenzione degli architetti alle condizioni topografiche dell’area sul quale sorge e al rapporto con l’edificio Passionsspielhaus esistente. I due edifici dialogano in un gioco di contrasti geometrici e di colore, Il bianco di uno e il grigio scuro dell’altro sottolineano la dualità tra vecchio e nuovo. La forma del Festival Hall vuole richiamare l’idea della stratificazione tettonica, con delle fessure al suo interno che indicano le via di accesso all’edificio che avviene tramite una scala bianca integrata con il paesaggio.
 


Uno degli elementi che rende l’edifico unico e riconoscibile è il rivestimento esterno, realizzato grazie all’applicazione sulla facciata di EQUITONE [natura], distribuito in Italia da Etex Italia. EQUITONE [natura] è un pannello di fibrocemento ecologico con una base colorata in massa e con una verniciatura superficiale colorata semi-trasparente. La vernice semitrasparente che lascia intravedere le fibre del cemento dona alla lastra un effetto naturale e garantisce eleganza e raffinatezza. Il pannello, come in questo caso, può essere tagliato e perforato a seconda delle diverse esigenze.
 


A guidare gli architetti è stata anche la voglia di far dialogare l’edificio con il paesaggio circostante, per questo il foyer, costituito da un volume asimmetrico, consente molteplici viste sulla natura circostante e sul vicino Passionsspielhaus. Una scala che corre nella direzione opposta conduce alla galleria superiore dove il rapporto tra spazio interno ed esterno può essere nuovamente vissuto in maniera molto forte attraverso l'ampia facciata ovest in vetro.
 


L’accesso alla sala da concerto viene messo in scena attraverso un lieve aumento del livello di accesso e da un cambiamento totale dell’atmosfera. La sala da concerto è infatti caratterizzata da un netto cambiamento dei materiali, si passa dal bianco del foyer alle superfici in legno e i colori tenui che creano un’atmosfera calda, dirigendo così l'attenzione dei visitatori sulla performance da seguire.
 

Gallery

PARTNERS